L’IPOACUSIA INFANTILE E SINTOMI
L’udito è estremamente importante nella nostra vita, sin dalla nascita sviluppiamo il linguaggio distinguendo tra i suoni espressivi del parlato ed i rumori insignificanti. Una perdita uditiva riduce queste capacità.
Per fortuna abbiamo sempre maggiori conoscenze riguardo la sordità e molto può essere fatto a questo proposito. È difficile scoprire la sordità in un bambino molto piccolo. Alcuni soffrono solo di una lieve sordità, quindi più difficile da rilevare; mentre altri con sordità gravi mostrano segni più evidenti.
Con l’ausilio di programmi di screening sui neonati, la maggior parte delle perdite uditive è individuata immediatamente. Altre volte invece, la sordità è individuata solo quando il bambino non sviluppa il linguaggio.
Dovete essere Voi genitori, i primi a sospettare la sordità del Vostro bambino, notando le sue reazioni nei segnali nella vita di tutti i giorni, come ad esempio: non si volta al suono del campanello della porta o non reagisce quando lo chiamate da un’altra stanza o da dietro.
Una volta osservato simili segnali, vorrete controllare se Vostro figlio presenta o meno una perdita uditiva. Probabilmente non saprete come comportarVi. Alcuni genitori negano ciò che stanno osservando per un certo periodo, perché è troppo doloroso accettare questa situazione. È una reazione assolutamente naturale.
In ogni caso per il bene di Vostro figlio è importante non sprecare tempo. Infatti, è decisivo un controllo dello specialista dell’udito.
I bambini con perdita uditiva presentano delle difficoltà nell’imparare a comunicare, perché non sono in grado di sentire tutti o una parte dei suoni che li circondano o persino la loro la voce. Quindi, quanto prima è identificata l’ipoacusia, tanto prima Vostro figlio riceve l’aiuto necessario per una riabilitazione soddisfacente.
I sintomi dell’ipoacusia:
Se notate che Vostro figlio presenta uno o più dei seguenti sintomi, Vi consigliamo di contattare un medico specialista dell'udito per un controllo delle sue funzionalità uditive.
• Il linguaggio non migliora e rimane monotono.
• Presenta delle difficoltà a localizzare i suoni.
• Non si spaventa per i suoni alti.
• La capacità del suo linguaggio è ritardata rispetto alla media della sua età.
• Ha spesso infezioni all’orecchio.